Dal 16 aprile al 9 giugno 2012 ai clienti di Conad, per festeggiare il 50 anni della sua nascita, sarà consegnata una bustina nella quale troveranno figurine e sticker dei Puffi ma soprattutto  un buono scuola che potranno portare al loro istituto che provvederà a raccoglierli per richiedere un premio.

Non è ancora partita e qualche polemica è partita per la collaborazione Conad MIUR ….

Pierfelice Zazzera, capogruppo Idv in Commissione Cultura della Camera, di fronte a questo accordo tra Conad e Miur  tuona: “Questa iniziativa rappresenta una preoccupante deriva commerciale dell’offerta formativa. Domani finiremo che il prosciutto cotto servirà a finanziare i registri di classe e la mozzarella di bufala ad avere le lavagne. Una scuola vicina a un supermarket Conad sarà più fortunata di una scuola che questo privilegio non potrà avere. In questo modo si utilizzeranno le sponsorizzazioni e i finanziamenti privati per finanziare la didattica, che andranno a sostituire i finanziamenti pubblici”. E ancora, secondo Zazzera, si tratta dell’obiettivo «peraltro chiaro anche della legge Aprea, che a giorni sarà votata in Commissione Cultura. Finiremo insomma per organizzare gite scolastiche ai supermercati per ottenere qualche computer e qualche lavagna in più nelle classi. Io non so se il ministro si rende conto della gravità in cui versa la scuola italiana, ridotta a elemosinare o addirittura a partecipare a iniziative di dubbio gusto per finanziare l’attività formativa».

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: