Come per altre cose Esselunga fa tendenza, il lancio di altri prodotti musicali può diventare interessante.

Coop4Music  ha delle caratteristiche molto limitate, non nè un catalogo musicale ma solo una selezione di brani limitata fra cui scegliere. Un concetto forzato, se paragonato al mondo fisico è come la disponibilità di CD nei cestoni dell’Autogrill o della Coop del tutto a x Euro, difatto una svendita dei fondi di magazzino delle case discografiche.

Se non incrocio i gusti dei clienti con la selezione, è come non dare valore al premio messo in catalogo. Inoltre sarà sempre limitato l’uso in quanto non c’è una disponibilità dinamica dell’offerta di musica e il catalogo del retailer dura nel tempo e per l’offerta musicale può risultare vecchio.

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: