Sambonet offre 5.100.000 euro e l’occupazione per 150 addetti, mentre la cordata Lenox-Apulum 13.000.000 di euro e posti di lavoro per 280 addetti.

Sesto Fiorentino (Firenze) –
Nella giornata di oggi, martedì 6 novembre, circa 200 lavoratori della Richard Ginori di Sesto Fiorentino hanno organizzato un presidio di fronte alla storica fabbrica di porcellana. Fino alle 13.00 di venerdì 9 novembre la Sambonet e la Lenox-Apulum, due delle aziende interessate all’acquisizione del marchio Ginori, avranno tempo per presentare le loro offerte ufficiali. Nella giornata odierna, tuttavia, i lavoratori hanno tentato di indirizzare i due principali pretendenti a garantire l’occupazione nella fabbrica sestese.

La cordata composta da Lenox ed Apulum ha offerto 13.000.000 di euro e la riassunzione di 280 addetti, nonché la realizzazione di un nuovo stabilimento per rilanciare il marchio Richard Ginori.

La Sambonet, invece, offrirebbe 5.100.000 euro e la riassunzione di 150 lavoratori soltanto. Nonostante le offerte in busta chiusa siano state ufficializzate dal collegio dei liquidatori nella giornata odierna, questi ultimi avranno ancora tempo per decidere a quale delle due proposte pervenute affidarsi. Anche per i due potenziali acquirenti c’è tempo per rilanciare, ma chi teme sono soprattutto i lavoratori dello stabilimento di Sesto Fiorentino

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: